Generazione quattro ruote

introd_motori

Le future speranze dei motori del Canton Ticino

Raffaele Marcielo e Alex Fontana sono due giovani piloti Ticinesi rispettivamente di Kart e Formula Azzurra  che si stanno distinguendo nei rispettivi campionati sognando un giorno di arrivare in Formula Uno. Li abbiamo incontrati per conoscerli meglio, fare il punto sulla stagione appena conclusa e conoscere i loro progetti per il futuro.

RAFFAELE MARCIELLO, SOGNANDO LA FERRARI
Riservato, ­­­a volte timido nella vita privata. Aggressivo, tenace e estroverso al volante del suo kart.  Messosi in luce fin dai primi esordi nelle categorie Baby, ha proseguito la sua carriera collezionando successi in ogni categoria affrontata. Raffaele è salito per la prima volta su un Kart a 4 anni per imitare il papà, la sua prima pista è stata il posteggio di casa. La F.1 è naturalmente l’obiettivo di Raffaele, che sogna di schierarsi in futuro sulle griglie del Mondiale…

Come giudichi questa stagione? E’ stata una stagione sfortunata perché ero sempre nelle prime posizioni poi per vari problemi mi sono dovuto spesso fermare ma di podi ne ho comunque conquistati un bel po’.

Quale gara ti è piaciuta di più quest’anno? Sarno gara della WSK. Nella prefinale partivo 28 e alla fine sono arrivato secondo. In quindici giri ho recuperato  tante posizioni con un’ottima partenza.

Perché hai deciso di cambiare squadra a stagione quasi terminata? Avevo problemi con il mio vecchio Team, abbiamo avuto qualche litigio. Il kart non era male, erano l’ambiente e il modo di lavorare a non piacermi più. Nel Team Morsicani, la mia nuova squadra mi sono subito trovato bene.

ALEX FONTANA, UN FUTURO A 300 ALL’ORA
Ama i motori a 360 gradi. Determinato, con le idee molto chiare e consapevole delle sue capacità. Alex si avvicina ai motori a soli tre anni e mezzo e a quindici sale su una monoposto di Formula Azzurra come pilota ufficiale. Anno dopo anno, Alex è riuscito ad affinare le sue qualità di pilota ed il suo personale stile di guida basato sulla combattività…

Come è stato il primo impatto con una monoposto? Rispetto al mondo del Kart è molto differente. In monoposto sono otto gare più qualche test. E’ un po’ poco e quando poi si va in pista si ha molta voglia.

Come giudichi questa stagione? Il bilancio complessivo è positivo. Purtroppo ho finito sono solo settimo, indietro rispetto alle aspettative a metà campionato.  Ho avuto problemi al motore e alcuni piccoli incidenti che ci possono stare in gara. Il risultato finale però va benissimo anche perché al primo anno di auto due vittorie, tre podi e tredici volte a punti su sedici è comunque un risultato positivo.

IL TESTO INTERGALE DELLA DOPPIA INTERVISTA SARA’ PUBBLICATO SU TICINO PASSION SPORT

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: