Sweeping to Vancouver

Curling in Canton Ticino

Stone e Broom

Vancouver, città costiera della provincia canadese della British Columbia, si prepara ad ospitare i giochi olimpici invernali.
Il 26 e 27 febbraio sono previste le finali di Curling e la nazionale Svizzera punta diretta al gradino più alto del podio.

Programma di preparazione Olimpica molto ambizioso per la Svizzera, che ha fatto arrivare dal Canada due coach d’eccezione: Lorne e Chris Hamblin. I coniugi Hamblin sono un’istituzione del curling nord americano. Entrambi hanno maturato importanti esperienze allenando la Nazionale Canadese junior con cui hanno vinto il titolo Mondiale nel 2002. Lorne e Chris Hamblin seguiranno la formazione maschile e femminile a Berna, sede stabile di lavoro delle squadre.

Il curling è un gioco di squadra con una lunga tradizione: l’invenzione è fatta risalire al XVI secolo in Scozia ma in realtà era diffuso già da qualche tempo nel nord dell’Europa. Divenuto sport olimpico nel 1924, dopo i giochi del 1932 a Lake Placid è stato letteralmente dimenticato per oltre cinquant’anni. Nagano 1998 ha segnato il ritorno del curling ai giochi olimpici, ed è stata proprio la nazionale rossocrociata a conquistare l’oro in campo maschile.
La popolarità del curling è in costante aumento. Le Olimpiadi Invernali di Torino 2006 lo hanno visto protagonista di un enorme successo internazionale e di un’eccezionale audience televisiva a livello mondiale. Il Curling è uno sport adatto a ogni età. Facile da imparare, non richiede l’acquisto di particolare e costosa attrezzatura perché nella maggiorparte dei casi i club la mettono a disposizione gratuitamente.

In una gara di curling si affrontano due squadre, ciascuna composta da quattro giocatori. Lo skip, che lancia per ultimo, è il capitano della squadra ed elabora la strategia di gioco. Una partita consiste in dieci mani (end). A ogni mano tutti i giocatori, alternando i componenti delle squadre, lanciano a turno due stones. Scopo del gioco è far scivolare le stones sul ghiaccio fino a farle fermare su un bersaglio circolare detto house. Vince la gara chi riesce a piazzare più stones vicino al centro della house. Tipico movimento del curling è lo sweeping: i giocatori che non tirano “spazzano” il ghiaccio con speciali scope davanti alla stone in movimento, per scaldarlo e modificare la traiettoria della pietra ralllentandone o prolungandone la corsa. Dopo che entrambe le squadre hanno lanciato tutte e otto le stones a loro disposizione viene determinato il punteggio. La squadra con la stone più vicina al centro riceve un punto per ogni stone che sia a una distanza minore dal tee della più vicina stone avversaria.

DOVE PRATICARE CURLING

Curling Club Ascona

(www.ccascona.ch )Pista Siberia, Ascona
Pista Siberia, Ascona
Allenanamenti lunedi sera dalle 20.00
Tel. 091- 7456010 ( Domenico Riccio )

Curling Club Chiasso

(www.curlingclubchiasso.ch)
Pista Comunale del Ghiaccio, Chiasso
Allenamenti martedì sera dalle 20.30 alle 22.30
Tel. 091-922 02 20 (chiedere di Andrea Lenzin)

Curling Club Lugano

(www.cclugano.ch)
Piste della Resega, Porza
Allenamenti il venerdì (20:30 – 22:30)
o la domenica (20:30 – 22:30)
Tel 079-3374645 (Jürg Wernli)
Curling in Canton Ticino

Curling in Canton Ticino

Una Risposta

  1. mitico aka! standing ovation.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: